Bankitalia: pil torna a crescere, ma permane incertezza e preoccupa calo occupati

Inviato da Redazione il Ven, 16/10/2009 - 08:11
Recessione ormai alle spalle, "ma la ripresa si prospetta lenta e non immune da rischi". Così si è pronunciata ieri la Banca d'Italia nel suo bollettino economico che fotografa una situazione in miglioramento con però ancora diverse incertezze. A partire dalla disoccupazione con 500 mila posti di lavoro in meno nel secondo trimestre 2009. Occupazione in calo ormai da metà 2008 con cassa integrazione che tra luglio e settembre è cresciuta del 30%. Bankitalia stima che nel trimestre estivo il pil sia tornato a crescere, dopo cinque trimestri consecutivi di contrazione, che avevano riportato la produzione ai livelli di quasi un decennio addietro. Crescita trainata dal rialzo della produzione industriale in agosto, il primo dopo la pesante contrazione osservata tra il secondo trimestre del 2008 e lo stesso periodo del 2009, "parte di questo recupero è verosimilmente destinato alla ricostituzione di un adeguato livello delle scorte, scese in alcuni comparti a livelli molto bassi", rimarcano da via Nazionale.
COMMENTA LA NOTIZIA