Bankitalia: Ignazio Visco è il nuovo governatore, adesso si apre la partita Bini Smaghi

Inviato da Alberto Bolis il Ven, 21/10/2011 - 09:19

Ignazio Visco è il nuovo governatore della Banca d'Italia, il decimo nella storia di via Nazionale. Nella tarda serata di ieri, il premier Silvio Berlusconi ha inserito il nome dell'attuale vice direttore generale di Palazzo Koch nella lettera destinata al Consiglio superiore di Bankitalia. Consiglio che dovrà esprimere un parere non vincolante, mentre poi spetterà al presidente delle Repubblica, Giorgio Napolitano, porre la firma per dare il via libera definitivo alla nomina. Ormai, però, il cerchio si è chiuso. Dopo mesi di estenuanti trattative a livello politico, l'empasse è stato sbloccato e Visco sostituirà Mario Draghi che dal primo novembre prenderà le redini della Banca Centrale Europea.

La nomina di Visco, vista come un segnale di continuità con l'era Draghi, ha però spiazzato un po' tutti. Fuori i due favoriti: Fabrizio Saccomanni, direttore generale di Bankitalia, e Vittorio Grilli, direttore generale del Tesoro sostenuto da Giulio Tremonti e Umberto Bossi. Fuori anche l'outsider che nelle ultime ore sembrava sul punto di sedersi sulla poltrona più alta di via Nazionale: Lorenzo Bini Smaghi, attuale membro del board Bce. E proprio su Bini Smaghi si apre adesso un'altra partita. La Francia, infatti, dopo l'addio di Trichet all'Eurotower è rimasta senza rappresentanti all'interno del board. L'Italia, con l'arrivo di Draghi, ne ha invece due. Nicolas Sarkozy ha già rivendicato più volte per la Francia un posto nel board della Bce. L'unica via d'uscita? Le dimissioni di Bini Smaghi, visto che il suo mandato scade nel 2013.

COMMENTA LA NOTIZIA