1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bankitalia: cresce il debito pubblico, a gennaio nuovo record a 2.022,7 miliardi di euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A gennaio il debito pubblico italiano è ritornato sopra la soglia psicologica dei 2.000 miliardi di euro toccando un nuovo massimo storico a 2.022,7 miliardi di euro, in crescita di 34 miliardi rispetto al mese precedente. E’ quanto emerge dal Supplemento al Bollettino statistico di Finanza pubblica della Banca d’Italia. A fine 2012 il debito pubblico tricolore si era attestato a 1.988,36 miliardi di euro, mentre il picco precedente era stato raggiunto a novembre a 2.020,82 miliardi di euro.

Al rialzo del debito hanno contribuito il fabbisogno, pari a 900 milioni di euro, l’emissione di titoli sopra la pari e l’apprezzamento dell’euro. A pesare anche il contributo dell’Italia ai Paese in difficoltà dell’Eurozona: il sostegno si è attestato a 400 milioni nel mese di gennaio, mentre complessivamente è arrivato a 43 miliardi di euro.

Come fatto sapere il mese scorso dalla Banca d’Italia, l’incremento del debito registrato nell’intero 2012 (81,5 miliardi di euro) rifletteva per oltre un terzo il sostegno finanziario ai Paesi della zona euro, pari a 29,5 miliardi di euro.
 
A gennaio, sempre secondo quanto emerge dal Supplemento al Bollettino statistico di Finanza pubblica di Via Nazionale, le entrate tributarie dello Stato italiano si sono attestate a 27 miliardi di euro, in aumento di 600 milioni (+2,3%) rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Il dato è però in calo rispetto a quello di dicembre, quando le entrate tributarie erano state pari a 68,98 miliardi di euro.