1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

La banda larga di Fastweb ancora nel mirino di Vodafone: Swisscom ne valuta la vendita?

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Prima la Germania, poi la Spagna e forse presto anche l’Italia. La fitta rete della britannica Vodafone si infittisce anno dopo anno a colpi di acquisizioni e presto potrebbe rafforzarsi sul territorio italiano grazie all’acquisizione di Fastweb, controllata dagli svizzeri di Swisscom.  
Ad accendere nuovamente il tema delle fusioni e acquisizioni nel mondo delle telecomunicazioni europee sono le indiscrezioni riportate oggi da Reuters. Secondo l’agenzia, che cita fonti vicine alle trattative, Swisscom starebbe studiando la cessione della controllata italiana Fastweb, che vale fino a 5 miliardi di euro. Da tempo la società, che si definisce un “operatore alternativo” di telecomunicazioni di rete fissa in Italia che fa del mondo delle connessioni a banda larga la sua attività principale, è in cima ai pensieri Vodafone. Adesso il big elvetico della telefonia starebbe lavorando con Ubs per facilitare, scrive l’agenzia, un accordo con gli inglesi di Vodafone. E così i due gruppi potrebbero sedersi al tavolo delle trattative per una possibile operazione.
“Swisscom ha acquisito la maggioranza di Fastweb nel 2007 e ha comprato le minorities tre anni più tardi. L’azienda ha tuttavia fallito nel tentativo di produrre un flusso di cassa positivo e i ricavi sono rimasti piatti in un debole mercato wireline e della banda larga”, affermano gli analisti di Banca Akros in una nota dedicata alla società fondata da Silvio Scaglia dal titolo “Fastweb (once again) up for sale”. “Vodafone aveva già tentato di entrare approcciare Swisscom negli ultimi anni per discutere l’acquisizione di Fastweb, ma le valutazioni erano divergenti”, ricordano gli esperti. Fastweb genera un margine operativo lordo (ebitda) annuale di circa 500 milioni di euro, totalmente assorbito dalla voce investimenti. 
Secondo Banca Akros a Vodafone non mancano di certo la liquidità per affrontare un’operazione di tale portata. Per il big inglese della telefonia l’obiettivo sarebbe quello di rafforzare la presenza nel segmento corporate, che rappresenta il 50% dei ricavi di Fastweb, e raddoppiare la clientela base nella banda larga. 
Negli ultimi anni Vodafone si è mossa in maniera aggressiva sul fronte delle acquisizioni nel Vecchio continente. Lo scorso marzo ha ufficializzato l’acquisizione della spagnola Ono per una cifra pari a 7,2 miliardi di euro (incluso il debito). Una mossa che permetterà a Vodafone di espandere la gamma di servizi e prodotti offerti, in particolare nella banda larga. E’ nel 2013 che il gruppo guidato da Vittorio Colao ha messo le mani sulla teutonica Kabel Deutschland, il maggiore operatore via cavo in Germania.
Nel frattempo il mercato segue da vicino le voci sul risiko delle tlc europeo e in scia a queste indiscrezioni Swisscom viaggia in rialzo: il titolo sale di quasi il 3,5% sul Vix. A Londra il titolo Vodafone sale, invece, di un moderato 0,12 per cento. Il titolo Fastweb è stato delistato da Piazza Affari una volta terminata l’Opa di Swisscom nel  2010.