Banco Popolare, l'ultimo supporto ha ceduto spianando la strada alle vendite

Inviato da Riccardo Designori il Lun, 18/04/2011 - 16:07
Quotazione: BANCO POPOLARE
La debolezza delle Borse ha ulteriormente compromesso il quadro grafico del Banco Popolare: le azioni dell'istituto di credito sono infatti scivolate con decisione sotto la soglia di supporto statico rappresentata dai minimi dello scorso 29 marzo a 2,04 euro. Già venerdì gli investitori avevano provato a mettere pressione al livello, con un minimo intraday registrato a 2,03 euro. Quest'oggi, complice anche l'influenza di S&P sul giudizio del debito Usa, le azioni del Banco Popolare hanno dunque nuovamente accelerato al ribasso puntando dritte ai minimi del marzo 2009. A favorire questa visione di medio termine la con stazione che ormai dallo scorso 10 marzo i titoli hanno violato al ribasso i supporti dinamici rappresentati dalla trendline inferiore del canale ascendente che ne aveva caratterizzato i corsi dal novembre 2010. La trend in questione è stata ottenuta con i minimi crescenti del 24 novembre e del 10 gennaio ed è già stata pullbackata il 25 marzo. Partendo da questi presupposti è lecito entrare short a 1,985 euro, posizionare lo stop a 2,10 euro e puntare ad un target intermedio di 1,874 euro e a un secondo target di 1,57 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA