Banco Popolare: il taglio del rating potrebbe penalizzare il gruppo con la ripresa della congiuntura

Inviato da Riccardo Designori il Lun, 25/03/2013 - 10:43
Quotazione: BANCO POPOLARE
Gli analisti di Banca Imi hanno confermato il rating add e il prezzo obiettivo a 1,38 euro del Banco Popolare dopo la decisione di S&P di tagliare il merito creditizio del gruppo bancario italiano a BB+ con outlook negativo. A detta degli esperti di Banca Imi la decisione dell'agenzia americana di portare il rating sotto l'investment grade "potrebbe rendere l'accesso al mercato dei capitali del Banco Popolare più difficile".

A spingere in questa direzione gli esperti dell'investment banking di Intesa Sanpaolo probabilmente anche l'outlook negativo, che a detta di S&P riflette "la possibilità di ulteriori tagli se la posizione di capitale dovesse indebolirsi ancora nei prossimi 12-18 mesi".

Il taglio del rating peraltro secondo Banca Imi potrebbe ripercuotersi negativamente sulle prospettive future del business del Banco Popolare.

"Il rating sotto l'investment grade potrebbe penalizzare la capacità della società di sfruttare le opportunità di crescita quando l'economia darà segnali di miglioramento", sostengono gli esperti nel ricordare che per il 2013 un contributo positivo alle pressioni di un costo maggiore di rifinanziamento venga dal bond senior a 3 anni da 1,25 miliardi di euro collocato nel mese di gennaio.
COMMENTA LA NOTIZIA