1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Banco Popolare, sotto i supporti di 1,493 scatta la campana dello short

QUOTAZIONI Banco Bpm
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Avvio di seduta caratterizzato dal segno meno per il Banco Popolare che lascia sul terreno oltre 2 punti percentuali. La flessione odierna potrebbe rappresentare per il titolo dell’istituto di credito l’inizio di una fase correttiva dopo la brillante ascesa delle ultime settimane. Dai minimi dello scorso 10 dicembre a 1,056 euro ai top di periodo registrati il 14 gennaio a 1,571 euro il titolo ha visto il proprio valore rivalutarsi di quasi il 49%. A far propendere per questa evenienza sono essenzialmente due fattori: il primo è legato alla constatazione che il titolo, reduce dal filotto di rialzi realizzato a cavallo tra il 4 e 10 gennaio, negli ultimi giorni ha interrotto l’ascesa lateralizzando tra i supporti statici di breve posti nell’intorno della soglia psicologica di 1,50 euro e le resistenze statiche di breve poste nell’intorno dell’intervallo tra 1,55 e 1,57 euro; il secondo invece è legato alla constatazione che il titolo deve ancora portare a termine il pull back delle vecchie resistenze dinamiche espresse dalla trendline discendente tracciata con i top del 14 settembre e del 18 ottobre. Violata al rialzo grazie alla progressione maturata il 7 gennaio, attualmente transita in prossimità di area 1,32/1,3250. Proprio in prossimità di tale soglia vi è peraltro la presenza di un livello di supporto statico, eredità della serie di top registrati a cavallo tra il 17 e il 23 ottobre. Partendo da questi presupposti, chi volesse sfruttare un’eventuale fase di debolezza di breve del Banco Popolare potrebbe valutare di posizionarsi in vendita a 1,503 euro. Con stop posto a 1,58 euro, il primo target si avrebbe a 1,443 euro mentre il secondo a 1,344 euro.