Banco Popolare sotto pressione delle vendite potrebbe tornare sui minimi a 1,56

Inviato da Alessandro Piu il Ven, 10/06/2011 - 15:58
Quotazione: BANCO POPOLARE
Il titolo del Banco Popolare mostra una stabile impostazione ribassista, pressato al ribasso da una trendline le cui origini possono essere fatte risalire ai massimi dell'ottobre 2007. Dagli oltre 17 euro di allora le quotazioni della banca lodigiana sono arrivate, recentemente, a rinnovare i minimi storici. Lo scorso 23 maggio 2011 il Banco Popolare ha rotto quota 1,856 accelerando fino a 1,56 euro, minimi della seduta di ieri. Difficilmente, allo stato attuale, si vedono spazi per un cambiamento di scenario e solo una chiusura sopra 1,86 euro sostenuta da incremento dei volumi potrebbe segnalare un primo serio tentativo di svolta in tal senso. Nuove accelerazioni ribassiste sono invece da attendersi a rottura di 1,56 euro con target a 1,47 e 1,4. Chi volese sfruttare il trend declinante dell'azione potrebbe inserire ordini in vendita su ritorno sotto 1,59 con target a 1,47 e stop loss a 1,625.
COMMENTA LA NOTIZIA