1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Banco Popolare, rotta la flag disegnata da metà novembre?

QUOTAZIONI Banco Popolare
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La scelta degli analisti di Citigroup di abbassare il target price di Banca Popolare a 2,6 euro dai precedenti 2,75 euro (hold invece confermato) rischia di avere pesanti contraccolpi grafici per l’istituto bancario. A rivedere al ribasso le aspettative di utile dei prossimi due anni è stata anche Deutsche Bank, che ha tuttavia confermato il giudizio hold e il target price a 3,30 euro. Da un punto di vista operativo, guardando il grafico settimanale si nota come i titoli stiano mettendo sotto pressione i supporti dinamici rappresentati dalla trendline ascendente tracciata con i minimi delle settimane terminate il 26 novembre e il 21 gennaio. Tuttavia la constatazione che nel corso della passata ottava l’azione ha incrociato dall’alto verso il basso la media mobile a 14 periodi e che il top di questa settimana ha rappresentato l’esatto pull back di importanti resistenze statiche di area 2,47 euro, fa propendere per una visione short sul titolo. In quest’ottica si inserisce anche la constatazione che sul chart giornaliero il titolo già ieri aveva concluso la propria seduta sotto la trendline inferiore della flag che ne sta caratterizzando i corsi dallo scorso novembre. La trend in questione è stata ottenuta unendo i minimi del 24 novembre a 2,2479 euro e del 10 gennaio a 2,3018 euro. In caso la violazione venisse confermata, il quadro tecnico suggerirebbe la prosecuzione del trend ribassista essendo la flag un classico pattern di proseguimento della tendenza principale. In base a queste considerazioni è possibile entrare short a 2,36 euro. Con stop a 2,50 euro, il primo target è a 2 euro mentre il secondo è a 1,60 euro.