1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Banco Popolare in rosso, al ribasso da monitorare area 1,35

QUOTAZIONI Banco Bpm
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Perdite rilevanti per tutto il comparto bancario in una Piazza Affari delusa, al pari delle altre Borse europee, dalle previsioni di crescita diffuse dalla Commissione europea. In questo contesto il titolo del Banco Popolare arretra di quasi il 2,5%. Nel corso della mattinata le quotazioni sono scese a testare lquota 1,40. Al di sotto di questo livello l’azione trova gli 1,388 punti della linea ottenibile unendo i massimi del 6 dicembre 2011 e del 26 gennaio 2012, trasformatasi in supporto a inizio febbario. La caduta di quest’ultimo livello dinamico farebbe suonare il primo campanello di allarme per la configurazione grafica del Banco Popolare, allarme che potrebbe in seguito trovare conferma su violazione al ribasso dei sostegni statici di quota 1,377/365 euro. Fino a quel momento la correzione intrapresa dai massimi di lunedì 20 febbraio a 1,547 non avrà effetti copromissori del movimento al rialzo in essere dalla metà di gennaio, movimento che ha portato il titolo a guadagnare quasi 90 punti percentuali. Una correzione che trova inoltre giustificazione sia nella necessità di scaricare l’ipercomprato accumulatosi sull’oscilatore Rsi sia nella divergenza che quest’ultimo ha mostrato in occasione degli ultimi due massimi del titolo, il 9 e il 20 febbraio. Operativamente chi volesse posizionarsi al rialzo sul Banco Popolare potrebbe inserire ordini in acquisto a 1,365 con un primo più immediato target a 1,45 e successivamente 1,547 euro e cautelandosi con uno stop loss a 1,318.