Banco Desio vittima delle vendite in attesa della quotazione di Anima

Inviato da Redazione il Gio, 13/10/2005 - 11:55
Seduta difficile a Piazza Affari per il Banco Desio e Brianza che arranca nelle posizioni di coda del listino milanese facendo segnare un ribasso di oltre 5 punti percentuali a quota 6,60 euro. Nell'ultimo mese il titolo dell'istituto brianzolo ha lasciato sul terreno circa 15 punti percentuali alluntanandosi dai massimi annui toccati a fine estate sopra quota 8 euro. Anima sgr, società di risparmio gestito controllata dal Banco Desio e Brianza, si appresta allo sbarco a Piazza Affari e ha stabilito il range di prezzo compreso tra un minimo di 3,10 euro ed un massimo di 4 euro per azione. Nel caso tutti i titoli fossero sottoscritti il flottante dovrebbe essere pari al 30% (26,1% senza la greenshoe). Agli investitori istituzionali sarà riservato il 75% dell'offerta globale. L'opvs partirà il 17 ottobre 2005 per terminare il 21 ottobre 2005. L'Opvs di Anima prevede che gli offerenti (Banco Desio e Koiné) cedano 22,4 milioni di azioni. Di queste appannaggio del Banco Desio saranno 16,291 milioni di titoli, dai quali la società potrebbe ricavare tra 50,5 e 65,1 milioni di euro, e se il Banco Desio dovesse cedere anche la sua quota di azioni derivanti dalla greenshoe (2,98 milioni di titoli) aggiungerebbe ai ricavi un'altra 10 di milioni di euro.
COMMENTA LA NOTIZIA