1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Banche: venerdì in arrivo gli stress test dell’Eba, italiane positive tranne Mps

QUOTAZIONI Banco Bpm
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Venerdì sera, alle ore 22:00, l’European Banking Authority (Eba) alzerà il velo sugli stress test edizione 2016. A finire sotto la lente della Vigilanza Europea saranno le prime 53 banche del Vecchio Continente, il 70% circa del sistema bancario continentale, tra le quali figurano cinque istituti italiani (Intesa SanPaolo, Unicredit, Mps, Banco Popolare e Ubi Banca). Tra le cinque banche tricolori solamente il Monte dovrebbe rilevare grosse fragilità nelle simulazioni di “scenario avverso”.
Secondo quanto scritto da Il Sole 24 Ore Intesa SanPaolo dovrebbe mostrare coefficienti patrimoniali elevati durante lo scenario avverso, così come il Banco Popolare e Ubi Banca, mentre Unicredit dovrebbe posizionarsi nella zona mediana. Come detto, gli stress test dovrebbero evidenziare le fragilità di Mps che, secondo gli analisti di Equita, dovrebbe riportare in una situazione di criticità un CET1 sotto il 5,5 per cento. Per colmare questo gap patrimoniale, secondo la stampa nazionale Rocca Salimbeni dovrebbe raccogliere oltre 3 miliardi di euro sul mercato.
La quinta edizione degli stress test condotto dall’Eba, rispetto ai precedenti esami, non stabilirà soglie minime di promozione o bocciatura per le singole banche. Nello scenario avverso l’Eba ha inserito un crollo del Pil dell’Eurozona di circa 7 punti percentuali nel 2016-2018, un deciso taglio del valore nominale dei titoli di Stato e una discesa dei prezzi immobiliari.