Banche Uk nella bufera, Rbs precipita in Borsa

Inviato da Redazione il Mar, 07/10/2008 - 10:37

Tornano a spirare venti gelidi sui titoli di alcune tra le maggiori banche britanniche. Due in particolare i titoli maggiormente colpiti dalle vendite: Royal Bank of Scotland e Barclays.

Dopo aver ceduto ieri poco più del 20%, il titolo Rbs è arrivato in mattinata a perdere anche quasi 40 punti percentuali. Il titolo cede attualmente il 29,3% a 104,7 pence dopo aver toccato un minimo a 90 pence. Barclays segna invece una flessione dell'11,78% a 277 pence.

Bloomberg ha riportato indiscrezioni secondo cui sia Rbs sia Barclays sarebbe in colloqui per ottenere dal governo britannico un'iniezione di capitali per 45 miliardi di sterline. Al momento dai due istituti non arriva nessuna smentita ufficiale, mentre dai banchi dei conservatori già ieri George Osborne aveva richiesto un piano di ricapitalizzazione degli istituti di credito.

Le indiscrezioni arrivano dopo che ieri il cancelliere dello Scacchiere, Alastair Darling, ha detto ieri che il Governo è pronto a intraprendere tutte le misure necessarie per garantire la stabilità del sistema finanziario. Tra le opzioni al vaglio ci sarebbe anche la possibilità di elevare ulteriormente le garanzie sui depositi. Coperture che già da oggi passano da 35 a 50mila sterline dopo che le banche inglesi hanno assistito a un deflusso di depositi verso l'Irlanda, primo Paese europeo a dichiarare la totale garanzia dei depositi bancari.

La Bank of England, si riunirà il prossimo 9 ottobre e aumentano le pressioni per un taglio dei tassi d'interesse.

COMMENTA LA NOTIZIA