1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Banche spingono in rosso i listini europei, inflazione statunitense sopra le stime

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata da dimenticare per Deutsche Bank (-8,47%), sprofondata dopo la notizia della richiesta-monstre da 14 miliardi di dollari avanzata dal Dipartimento di giustizia statunitense. La caduta dell’istituto di Francoforte sul Meno ha ovviamente coinvolto anche Barclays (-2,83%), Commerzbank (-1,88%), Rbs (-5,10%) e Ubs (-2,53%).

La settimana a Londra si è chiusa a 6.710,28 punti, lo 0,3% in meno rispetto al dato precedente, mentre Parigi si è fermata a 4.332,45, -0,93%. Rosso di un punto percentuale per l’Ibex a 8.633,4 e -1,49% del Dax a 10.276,17.

Dagli Stati Uniti sono arrivate le indicazioni relative l’inflazione, salita ad agosto più delle attese (+0,2% vs +0,1%), e l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan che, in versione preliminare, a settembre non ha fatto registrare variazioni attestandosi a 89,8 punti.