Banche: ok da Parlamento Ue a supervisione unica Bce. Per Draghi passo importante su unione economica e monetaria

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
E’ stato compiuto oggi un importante passo avanti verso la realizzazione dell’unione bancaria. Il Parlamento europeo ha infatti approvato a larga maggioranza il meccanismo di supervisione bancaria europea sulle banche della zona euro affidato alla Banca centrale europea (Bce). Il ruolo di supervisore bancario da parte dell’Eurotower diverrà pienamente operativo entro la fine del 2014.
In conformità al regolamento del Consiglio che attribuisce alla Bce compiti specifici in merito alle politiche in materia di vigilanza prudenziale degli enti creditizi, sarà creato un nuovo sistema di vigilanza bancaria, con l’istituzione del meccanismo di vigilanza unico (Single Supervisory Mechanism, SSM) per le banche dei paesi dell’area dell’euro (e degli altri Stati membri dell’Unione europea che intendano partecipare al meccanismo). “Ciò rappresenta una tappa importante verso il ripristino della fiducia nel sistema bancario europeo” precisa l’Eurotower in una nota nella quale si compiace del voto odierno dell’Europarlamento. 
“La giornata odierna segna indubbiamente un passo avanti verso la realizzazione dell’unione bancaria, che costituisce un elemento centrale di un’autentica Unione economica e monetaria. Ci adopereremo con il massimo impegno per far fronte a tutte le esigenze organizzative, al fine di assumere le nostre competenze di vigilanza un anno dopo l’entrata in vigore della normativa; attendiamo inoltre con interesse di poter collaborare con le autorità nazionali per contribuire al ripristino della fiducia nel settore bancario” ha dichiarato il presidente della Bce, Mario Draghi.