Banche nel mirino della Ue, parte il processo all’Italia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Commissione europea si schiera contro le norme italiane sulle acquisizioni bancarie, mettendo nel mirino le istruzioni di vigilanza della Banca d’Italia. Nel corso della riunione in programma oggi a Strasburgo, l’Esecutivo comunitario approverà formalmente l’apertura della procedura d’infrazione contro l’Italia proposta da Charlie McCreevy. Nel mirino del commissario Ue al mercato interno non ci sarà direttamente Palazzo Koch, ma le sue regole che “non specificano a sufficienza i criteri con cui viene stabilito il controllo esclusivo” di una banca sotto scalata. Il documento preparato dagli esperti comunitari cita il caso dell’offerta pubblica degli spagnoli del Bbva sulla Bnl e parla di “incertezza giuridica” che scoraggia gli investitori stranieri ad entrare sul mercato italiano.