Banche italiane: pagano a Piazza Affari il crollo del Banco Espirito Santo

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 15/07/2014 - 12:04
Comparto bancario sotto pressione a Piazza Affari trascinata al ribasso dalle pessime performance del Banco Espirito Santo che cede al momento il 20%. Ieri la holding Espirito Santo Financial Group, maggiore azionista dell'istituto di credito portoghese, ha annunciato di aver ridotto la propria quota al 20,1% dal 24,99% per onorare le scadenze sul debito. A pesare sul settore anche il deludente dato sullo Zew tedesco che a luglio è sceso a 27,1 punti rispetto ai 29,8 punti della precedente rilevazione. Gli analisti si attendevano un dato a 29,2 punti. Unicredit e Intesa Sanpaolo sono tra le peggiori sul Ftse Mib con ribasso di oltre il 2%, insieme a Mediobanca con un calo del 3%. Male anche Banco Popolare (-1%), Mps (-0,4%), Bper (-2,3%), Bpm (-1,1%), e Ubi Banca (-2,5%).
COMMENTA LA NOTIZIA