1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Banche italiane: Moody’s conferma outlook negativo, a pesare la fragile economia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’outlook sul sistema bancario italiano rimane negativo, invariato da maggio del 2009. Così gli analisti di Moody’s in una nota pubblicata ieri in serata. Le prospettive, spiegano gli esperti, riflettono la persistente e fragile economia italiana, le crescenti problematiche legate ai prestiti già ad alti livelli e i deboli profitti.

Secondo Moody’s le condizioni operative delle banche italiane rimangono difficili ed è improbabile che migliorino in maniera significativa nei prossimi 12-18 mesi dato che i rischi al ribasso dell’economia rimangono concreti. Pertanto l’agenzia di rating prevede che la qualità degli attivi delle banche continuerà a deteriorarsi partendo rispetto agli attuali livelli che già mostrano una certa debolezza. In particolare, l’attuale recessione ha seriamente colpito i debitori corporate, contribuendo all’afflusso di “cattivi debiti”. In riferimento all’intero sistema bancario, i crediti problematici sono più che raddoppiati tra il 2007 e il 2012, raggiungendo il 10,5% dei prestiti totali (nel 2007 al 4%), uno dei più alti tassi dell’area Euro. Molte banche, infine, hanno già migliorato la loro efficienza, e questo, a detta degli analisti, renderà più difficile realizzare ulteriori tagli delle spese operative. Tutti questi elementi, insieme alle aspettative di margini d’interesse persistentemente bassi, aumenterà la pressione sulla redditività degli istituti di credito.

Reazione negativa delle banche  tricolori sulla Borsa di Milano. In calo dello 0,77% la Popolare di Milano, dello 0,79% Bper, dello 0,82% Intesa Sanpaolo, dello 0,73% Ubi Banca, dello 0,55% Mediobanca, dello 0,18% Unicredit e dello 0,20% Banco Popolare. Si salva dalle vendite solo Monte dei Paschi che segna un progresso dello 0,45%.