1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Banche italiane: Merrill Lynch dice ni’ a deal Intesa su Pop Italiana

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le pirotecniche sfide lanciate dagli olandesi di Abn Amro e dagli spagnoli del Banco di Bilbao su Banca Antonveneta e Bnl non sono passate inosservate agli analisti di Merrill Lynch. Gli analisti della casa d’investimento statunitense in una nota nella quale affrontano i dati di bilancio di Banca Intesa non si lasciano scappare l’occasione per sostenere che le operazioni cross border portano valore agli azionisti. In particolare il broker mette il dito nella piega dicendo che “alcune operazioni di ristrutturazione domestica attraverso la strada dell’M&A, come quella portata avanti dalla Banca Popolare di Lodi o da SanPaolo Imi potrebbero aggiungere sostanziale valore agli azionisti, ma non sotto il controllo del management”. E per mettere in pratica il detto popolare, “chi di spada colpisce, di spada perisce”, gli analisti si divertono a ipotizzare un deal da parte di Intesa sull’ex Popolare di Lodi. “Se la Lodi fosse messa in vendita alla luce dei recenti avvenimenti potrebbe essere interessante per Banca Intesa?”, si chiedono gli esperti. La risposta è nì a causa del Tier1 della Popolare Italiana. In compenso Merrill Lynch calcola ricche sinergie dal matrimonio sull’asse Milano-Lodi per circa 180 milioni lordi.