Banche italiane: Codacons, per ridurre alti costi necessario ingresso istituti esteri

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il polverone sollevato dall’indagine dell’Antitrust sui costi dei servizi bancari continua a fare discutere. Anche il Codacons, l’associazione che difende gli interessi dei consumatori, scende in campo. “Chiediamo al Governo di consentire l’ingresso delle banche straniere in Italia, permettendo loro di operare applicando le stesse tariffe praticate all’estero – afferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi – La maggiore concorrenza tra istituti di credito porterebbe le banche italiane ad adattarsi alle minori tariffe di quelle straniere, con enormi vantaggi per gli utenti”. E ancora “sul fonte bancario occorre fare qualcosa e occorre farlo in fretta – conclude Rienzi – considerando le tante situazioni critiche cui sono stati sottoposti per anni i correntisti nel nostro Paese”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
ITALIA

Confindustria stima produzione industriale a +0,6% ad aprile

Il Centro studi di Confindustria (CsC) rileva un incremento della produzione industriale italiana dello 0,6% in aprile su marzo, quando è stata stimata una variazione di -0,3% su febbraio. Sulla dinamica dell’attività – spiegano gli esperti – incide …

Enel: entra in esercizio parco eolico Lindahl

Enel, attraverso la controllata Enel Green Power North America, ha messo in esercizio il parco eolico Lindahl, il primo impianto del Gruppo nello stato americano del Nord Dakota. “Il completamento di Lindahl consolida la nostra forte crescita negli S…