1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Banche italiane: Abi, ad aprile accelerano gli impieghi e rallenta la raccolta

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel mese di aprile accelerano gli impieghi delle banche italiane e rallenta lievemente la raccolta. E’ quanto emerge dal rapporto mensile riferito a maggio e stilato dall’Associazione bancaria italiane (Abi). Dall’outlook dell’Abi si apprende che ad aprile l’andamento dei finanziamenti erogati dalle imprese bancarie ha confermato una dinamica superiore al 10%, in linea con quanto registrato nel corso dell’ultimo anno: sulla base delle prime stime, gli impieghi complessivi del totale banche in Italia, in euro e in valute diverse dall’euro, hanno fatto segnare un tasso di crescita tendenziale pari all’11%, contro il +10,70% di marzo (rivisto dal precedente +10,20%) e al +9,8% di aprile dell’anno scorso. Alla fine di aprile 2007, in dettaglio, l’ammontare degli impieghi del sistema bancario italiano è risultato pari a 1.359 miliardi di euro, segnando un flusso netto di nuovi impieghi di circa 131,5 miliardi di euro rispetto ad aprile 2006.


Per quanto invece concerne l’attività di funding in Italia, le prime stime mostrano alla fine di aprile un lieve rallentamento del trend dell’attività di raccolta delle banche nostrane, sia per quanto riguarda i depositi da clientela sia per le obbligazioni bancarie, che continuano comunque a mantenersi su livelli sostenuti. Il rapporto sottolinea la marcata accelerazione, sempre su valori elevati, della dinamica della provvista sull’estero. Alla fine del mese di aprile la raccolta denominata in euro del totale delle banche italiane ha messo in evidenza un tasso di crescita tendenziale del 6,1%, contro il 7% del mese precedente e l’8,3% dell’aprile 2006. In valore assoluto la raccolta bancaria alla fine dell’aprile scorso era pari a 1.202,5 miliardi di euro. Nel corso dell’ultimo anno lo stock della raccolta è aumentato di circa 69 miliardi.

Considerando le dinamiche delle diverse componenti del funding, ad aprile 2007 c’è stata una lieve decelerazione sia del trend dei depositi da clientela, il cui tasso di crescita tendenziale è risultato pari al 2,9% (+3,8% a marzo 2007 e +6,6% ad aprile 2006), sia della dinamica delle obbligazioni delle banche, le quali comunque hanno proseguito a segnare ritmi di crescita sostenuti: +11% ad aprile 2007 (+11,6% a marzo 2007; +10,9% ad aprile 2006).

Commenti dei Lettori
News Correlate
CALCIO

Juventus: acquisizione definitiva del calciatore Juan Cuadrado

La Juventus, che ieri si è laureata Campione d’Italia per il sesto anno consecutivo, ha emesso una nota per annunciare che “a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali”, è scattato l’obbligo di acquisto a titolo definitivo da…

COLLOCAMENTO AZIONI

Emak: Yama avvia un collocamento sul 10% del capitale

Yama Spa, azionista di maggioranza di Emak con il 75,185% del capitale, ha avviato la cessione di massime 16,4 milioni di azioni, corrispondenti a circa il 10% del totale. Il collocamento verrà realizzato attraverso una procedura di accelerated book …

AIM

Safe Bag: titolo in asta di volatilità dopo massimo storico

Asta di volatilità per il titolo Safe Bag che, in rialzo del 15,77% a 3,46 euro, oggi ha fatto segnare un nuovo massimo storico a 3,466 euro.

La società, quotata sul listino AIM Italia, ha annunciato di aver vinto la gara presso l’aeroporto inte…

Euribor: tre mesi fissato a -0,329%

Il tasso Euribor a tre mesi è stato fissato questa mattina a -0,329%, in rialzo rispetto al fixing di venerdì 19 maggio che era pari a -0,331 per cento. …

Spread Btp-Bund a 173 punti base, rendimento al 2,12%

Lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si attesta a 173 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari al 2,12%, mentre il tasso del Bund con pari scadenza viaggia in area 0,39 per cento.