Banche Italia: Equita promuove il settore, la preferita è Unicredit

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 29/05/2013 - 15:49
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Equita cambia idea sul comparto bancario italiano, alzando il giudizio a overweight, dopo aver visto indicazioni confortanti nel primo trimestre del 2013 per quanto riguardo il contesto competitivo (margine d'interesse, funding e qualità degli attivi). "Per la prima volta tutte le banche riportano spread in miglioramento, nonostante l'Euribor ai minimi, grazie alla minore competizione sul funding", spiegano gli analisti della sim milanese che si attendono un consolidamento di questo trend garzie all'ulteriore calo dei rendimenti governativi. Inoltre il deterioramento della qualità del credito (al 2,2% contro il 2% del quarto trimestre del 2012) "è sotto controllo e la copertura dei crediti dubbi è stabile a circa il 40%".

Secondo il broker il "momentum" per gli utili è in miglioramento, il capitale non "ci sembra un rischio mentre il deterioramento della qualità degli attivi è gestibile". La principale esposizione di Equita è concentrata su Unicredit, che è anche il titolo "su cui abbiamo il maggiore sovrappeso in Italia perché tratta con multipli a sconto rispetto ai competitor e dovrebbe beneficiare della normalizzazione del costo del funding e delle iniziative di contenimento dei costi".
COMMENTA LA NOTIZIA