1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Banche in affanno: oltre la Grecia preoccupa la possibile azione legale in Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Banche sotto assedio sui listini europei. Oltre alla situazione in Grecia, non ancora risolta, preoccupa l’indiscrezione secondo cui la U.S. Federal Housing Finance Agency avrebbe intenzione di citare in giudizio i maggiori gruppi finanziari, tra cui Jp Morgan, Goldman Sachs, Bank of America e Deutsche Bank, per la questione della vendita di titoli subprime all’apice della bolla immobiliare. Secondo quanto riportato nella edizione on line del New York Times, che cita tre fonti vicine al dossier, le autorità federali statunitensi sarebbero pronte a intentare una causa contro una dozzina di banche. La tensione si riflette in Borsa. Lo STOXX Europe 600 Banks è tra i peggiori indici settoriali, mostrando un calo del 3,88%. Tra i singoli nomi, a Francoforte si distingue Commerzbank e Deutsche Bank con una perdita di quasi 6 punti percentuali, mentre a Parigi le più colpite dalle vendite sono Crédit Agricole e Société Générale, con un ribasso rispettivamente del 5,41 e del 5,62 per cento. Anche Barclays segue la scia ribassista con un calo di oltre il 7%, incapace di sfruttare la promozione arrivata da Ubs questa mattina. Il broker svizzero ha alzato la raccomandazione da neutral a buy con un target price confermato a 208 pence. “La promozione riflette la probabilità che il rischio di un impatto negativo immediato derivante dai requisiti e regole proposte dall’Independent Commission on Banking sia diminuito”, spiegano gli analisti. Secondo alcune indiscrezioni di stampa sarebbe infatti stato rimandato a dopo il 2015 ogni intervento e modifica sul sistema bancario britannico.