1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Banche europee, possibili tagli ai bilanci si ripercuoteranno su economia (Morgan Stanley)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le banche potrebbero ridurre i propri bilanci di 1,5-2,5 mila miliardi di euro nei prossimi 18-24 mesi. E’ il parere degli analisti di Morgan Stanley, supportata dai dati sui finanziamenti degli istituti di credito europei, che hanno raggiunto i massimi da due anni per quanto riguarda i prestiti richiesti alla Banca Centrale Europea. Anche l’uso delle linee di credito da parte delle banche francesi, inclusa Dexia, è aumentato del 16% nell’ultimo mese a 101 miliardi di euro, mentre le banche italiane hanno usato 111 milioni di euro di credito (+6%). Questo, secondo la banca d’affari americana, è un freno altrettanto grande sia alla capitalizzazione delle banche, sia evidentemente alla loro capacità di concedere prestiti, come dimostrano le nuove norme degli istituti austriaci, che limitano le proprie attività nell’area CEE, e la capacità di prestito spagnolo che si sta riducendo più rapidamente rispetto ai depositi.
Una possibile riduzione dei bilanci, avverte Morgan Stanley, si riverbererà anche sull’economia e sull’uscita dalla crisi. Morgan Stanley resta anche ribassista quanto ai guadagni degli istituti europei. A guidare il settore restano banche come Barclays Deutsche Bank, BNP, Sberbank, mentre tra i titoli meno attraenti per Morgan Stanley ci sono MPS, RBS, LLoyds e Commerzbank.