1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Banche centrali: payrolls sufficientemente buone per consentire una stretta Fed già a settembre (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Poco mosso questa mattina l’euro/dollaro che si mantiene in area 1,1166 dopo la marcata volatilità di venerdì scorso in seguito ai dati sul mercato del lavoro Usa. Dopo un attacco a quota 1,12 subito dopo le payrolls, risultate sotto le attese del mercato, il dollaro ha ripreso a salire con cross eur/usd ricacciato in area 1,115. “A prima vista i dati sono stati meno brillanti delle attese – rimarca l’ufficio Studi di Intesa Sanpaolo – ma in realtà lo spaccato conferma il trend di miglioramento del mercato del lavoro. Pertanto i dati di venerdì possono essere considerati sufficientemente favorevoli da consentire alla Fed di alzare i tassi alla riunione del 21 settembre”. Sul fronte eurozona l’appuntamento chiave di questa settimana sarà la riunione Bce di giovedì 8 settembre. “L’aspetto più rilevante sarà offerto dalle nuove stime di crescita e inflazione – sottolineano da Intesa Sanpaolo – se le revisioni al ribasso saranno modeste, modesto sarà anche l’effetto ribassista sull’euro, che resterà ancora al di sopra di 1,10 EUR/USD”.