1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Banche centrali: Bce annuncerà tapering a settembre (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo il nulla di fatto di settimana scorsa, la Bce potrebbe accelerare sul fronte exit strategy nella seconda metà dell’anno con il meeting di settembre che potrebbe essere quello giusto per l’annuncio de tapering.
“Pur tenendo in mente tutte questi appelli, la banca centrale non ha certo dimenticato il “taper tantrum” scoppiato nel maggio del 2013, quando la Federal Reserve degli Stati Uniti iniziò ad accennare alla fine del quantitative easing – rimarca Patrick Moonen, Principal Strategist Multi-Asset di NN Investment Partners – . Ne risultò una delle più grandi correzioni di mercato degli ultimi cinque anni”. “Probabilmente un taper tantrum in chiave Europea è qualcosa che la BCE non è impaziente di scatenare in questo momento. La parola d’ordine della BCE resta gradualismo”, sottolinea Moonen che si aspetta l’annuncio riguardante il tapering a settembre. “Pensiamo – prosegue Moonen – che una BCE più falco sarebbe un rischio più per il mercato obbligazionario che per quello azionario, considerati i bassi rendimenti dei bond. Sebbene il rischio di un sell-off sia basso, sono probabili rendimenti leggermente più alti per la fine dell’anno poiché la BCE si sta avviando verso la fine del suo programma di stimolo monetario. Il nostro scenario base prevede un graduale restringimento a partire da gennaio 2018 per un periodo di sei mesi. Per quanto riguarda la Fed, ci aspettiamo una continuazione del processo di rialzo graduale, con un rialzo a giugno e uno più avanti nel 2017. Questo dovrebbe spingere il rendimento dei bond statunitensi leggermente verso l’alto rispetto ai livelli attuali, cosa di cui il settore finanziario avrebbe un gran bisogno”.