Banche ancora sotto i riflettori, in rosso l'investment Bank di Ubs

Inviato da Luca Fiore il Mar, 26/10/2010 - 19:32
Banche europee anche oggi sotto i riflettori grazie ai numeri trimestrali del colosso Ubs, che oggi sul listino elvetico ha perso qualcosa come 5 punti percentuali. L'istituto svizzero nel terzo trimestre ha riportato un utile netto di competenza degli azionisti pari a 1,66 miliardi di franchi svizzeri, a fronte dei 2.005 milioni del secondo trimestre 2010 e del rosso di 564 mln del terzo trimestre 2009. Il consensus era 1,16 mld chf.

Indicazioni decisamente positive dal Wealth Management, che per la prima volta dal 2008 ha registrato afflussi netti; rosso invece per la divisione Investment Bank, che ha evidenziato una perdita ante imposte di 406 milioni rispetto a un utile ante imposte di 1.314 milioni nel secondo trimestre.

Sul listino italiano il comparto si è generalmente attestato sotto la parità. -1,6% quindi per il Banco Popolare il giorno dopo l'annuncio dell'aumento di capitale da 2 mld e -1,43% di Mps. Mentre la prima per sopperire al rimborso dei Tremonti Bond ricorrerà all'aumento di capitale la seconda secondo indiscrezioni starebbe preparando un'emissione obbligazionaria. In controtendenza invece la Popolare di Milano (+1,59%), dopo che il presidente Ponzellini ha ribadito che l'istituto non ricorrerà ad un aumento di capitale.

Discorso a parte merita Unicredit (-0,32%). Il Cda della società oggi ha approvato la nuova struttura di management, nominando Roberto Nicastro Direttore Generale. Paolo Fiorentino ricoprirà il ruolo di Direttore Operativo e Sergio Ermotti gestirà ad interim il Corporate & Investment Banking.

Due velocità invece per le francesi BNP Paribas (-0,45%) e Societe Generale (+0,98%). Secondo gli analisti di Citigroup le preoccupazioni sull'impatto che Basilea 3 avrebbe potuto avere sui bilanci delle banche francesi "sono superate". Per Citi il capital ratio dei due istituti a fine del 2012 dovrebbe attestarsi intorno all'8 per cento. Il broker nel confermare il giudizio overweight sugli istituti francesi, raccomanda di acquistare BNP e SocGen.
COMMENTA LA NOTIZIA