Banche americane: Morgan Stanley e Jp Morgan suggeriscono di muoversi con cautela

Inviato da Micaela Osella il Lun, 08/12/2008 - 16:17
Non tutte le banche americane sono finite nel pantano subprime. Ma è meglio tenere gli occhi bene aperti nell'attuale contesto macroeconomico e di rallentamento dell'economia mondiale. Come suggerisce in una nota uscita oggi l'analista della Morgan Stanley, Ken Zerbe, in questo momento sono da evitare preferibilmente gli istituti finanziari Usa che presentano una significativa esposizione agli Stati che mostrano i livelli più alti e più seri di esposizione vero i prestiti "cattivi". E' questo il caso della Florida, del Nevada e della California, segnala l'esperto. Alla J.P. Morgan Securities l'analista Steven Alexopoulos segnala invece altri timori: l'esperto esprime le sue preoccupazioni per le banche americane di media capitalizzazione a causa dei bassi livelli di erogazione dei prestiti che presentano e della debolezza prolungata dei mercati azionari.
COMMENTA LA NOTIZIA