Banche: Abi, prestiti a famiglie e imprese a marzo scesi del 2,3% annuo

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 16/04/2013 - 15:55
I prestiti erogati dalle banche a famiglie e imprese sono scesi a marzo del 2,3% su base annua rispetto al -2,6% registrato a febbraio. Lo rende noto l'Abi nel suo Rapporto mensile in cui sottolinea come la flessione sia di intensità minore rispetto al mese precedente e che l'andamento è in linea con l'evoluzione delle principali grandezze economiche (Pil e investimenti).

A seguito della crisi in atto, prosegue l'associazione, la rischiosità dei prestiti rimane elevata, con le sofferenze nette che hanno toccato a febbraio 2013 quota 61,7 miliardi di euro e le lorde 127,7 miliardi. Il rapporto sofferenze nette su impieghi totali è pari a 3,2% a febbraio (3,4% a gennaio 2013; 2,6% a febbraio 2012).

Permane negativa la dinamica su base annua delle obbligazioni, cioè della raccolta a più lungo termine (-8,2%, con una riduzione su base mensile in valore assoluto di circa -10 miliardi di euro), mentre l'andamento su base annua della raccolta complessiva (depositi da clientela residente + obbligazioni) rimane positiva (+1,5% a marzo 2013; +2,4% a febbraio 2013). E' ancora sostenuto il trend dei depositi (+6,6% contro +7,2% di febbraio 2013).
COMMENTA LA NOTIZIA