Banche: Abi, il 2010 segnerà una lieve inversione di tendenza

Inviato da Valeria Panigada il Gio, 07/01/2010 - 12:58
Se il 2009 è stato un anno di debolezza per le banche italiane, nel 2010 si intravvederà una prima inversione di tendenza. Parola dell'Abi, che oggi ha diffuso il rapporto di previsione Afo (Financial Outlook). Dal rapporto emerge che gli utili netti degli istituti di credito nel Paese, dopo essersi dimezzati nel 2008, si sono ridotti ancora del 45% nel 2009, mentre nel 2010 segneranno una leggera inversione di tendenza (+8%), mantenendosi però ancora lontani dai livelli pre-crisi. L'ulteriore superamento della fase critica è previsto per il 2011, quando si potrebbe avere un rimbalzo che riporterebbe l'utile netto su un livello pressoché identico a quello del 2008. Per quanto riguarda gli impieghi, "il tasso di crescita dei prestiti erogati a famiglie e imprese, intorno allo 0,5% nel 2009, tornerà a salire al 3,4% nel 2010 e al 4,3% nel 2011", si legge nel rapporto. E' invece confermato il trend di crescita delle sofferenze: +34% nel 2009, +27% nel 2010 e +9% nel 2011.
COMMENTA LA NOTIZIA