1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Banca Popolare di Vicenza: accordo con sindacato giornalai Snag a sostegno degli associati

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Banca Popolare di Vicenza e Snag, sindacato nazionale autonomo giornalai aderente a Confcommercio, hanno siglato un accordo di collaborazione a sostegno dei propri associati. E’ quanto si legge in una nota. Grazie all’intesa, Banca Popolare di Vicenza mette a disposizione una linea di finanziamento a tassi di favore e la gamma di conti correnti SemprePiù a condizioni riservate esclusivamente ai giornalai iscritti allo Snag.
L’offerta di conto corrente, spiega la nota, comprende anche l’adesione al Programma Commercianti che offre prodotti volti a soddisfare i bisogni specifici della tipologia di attività svolta. La banca mette, inoltre, a disposizione degli associati servizi accessori a condizioni agevolate e soluzioni che riguardano la gestione dell’attività. L’intesa con Snag, prosegue il comunicato, ha lo scopo di dare un sostegno concreto ai rivenditori di giornali e di rafforzare il rapporto di fiducia tra la banca e l’associazione.

“Siamo molto soddisfatti dell’accordo stipulato con Banca Popolare di Vicenza: è un’ottima convenzione per i nostri associati, in grado di portare finalmente una boccata d’ossigeno agli edicolanti di una vasta area territoriale”, commenta Armando Abbiati, presidente Snag Confcommercio. “Rappresenta un importante passo avanti nella tutela dei piccoli imprenditori dell’edicola, le cui istanze sono da troppo tempo inascoltate, nonostante la necessità di un intervento rapido per scongiurare la chiusura di ulteriori punti vendita”.

“I giornalai – dichiara Samuele Sorato, direttore generale di Banca Popolare di Vicenza – hanno un ruolo molto importante nella diffusione dell’informazione e della cultura e il nostro Istituto vuole offrire soluzioni concrete ed immediate che li supportino nella loro attività quotidiana. La nostra Banca, infatti, continua ad investire nelle aziende sane e con buone prospettive di continuità e di crescita. In particolare, nei primi nove mesi del 2014, abbiamo erogato oltre 1,6 miliardi di euro di nuovi finanziamenti destinati per il 79% a famiglie e Pmi”.