1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Banca nazionale svizzera, il governatore Hildebrand respinge le accuse di illeciti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Non intende lasciare il suo posto il presidente della banca nazionale svizzera, accusato di irregolarità per una transazione in dollari operata a ridosso della mossa del governatore di fissare il cambio euro/franco svizzero mai a meno di 1,20, attuata lo scorso ottobre. Ad attirare l’attenzione sono state due operazioni effettuate dal presidente Hildebrand e da sua moglie tra agosto e ottobre e rese note solo negli ultimi giorni: la signora Hildebrand avrebbe acquistato circa 500 mila dollari il 15 agosto, quando le quotazioni della moneta Usa erano davvero basse, e il marito avrebbe rivenduto circa la stessa cifra in ottobre, quando la svalutazione del franco svizzero aveva fatto schizzare alle stelle il valore del dollaro. Hildebrand ha rifiutato di presentare le dimissioni a seguito dell’episodio, sostenendo di non aver violato alcuna regola, ma restano le critiche per l’assenza di un codice etico esplicito per l’istituto centrale svizzero simile a quello di altre banche centrali come la Fed o la Bce.