1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Banca Mondiale vede crescita debole nell’Asia Orientale, Pil Cina +7,7% nel 2012

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La crescita economica in Asia orientale rallenterà di un punto percentuale rispetto al 2011, passando dal +8,2 per cento al +7,2 per cento quest’anno, per poi risalire al 7,6 per cento nel 2013. E’ la previsione contenuta nell’East Asia and Pacific Economic Data Monitor diffuso oggi dalla Banca mondiale. La banca mondiale rimarca come la crescita nei paesi sviluppati rimane modesta, con il recupero nella regione che può essere trainato principalmente dalla forte domanda interna nei paesi in via di sviluppo. Il rallentamento riguarda anche la Cina, prima economia dell’area, che passerà dal +9,3% del 2011 al +7,7% a causa del debole export e di minori investimenti. L’impatto delle misure di stimolo dovrebbe permettere un recupero della crescita nel prossimo anno, vista in recupero a +8,1% grazie anche alla ripresa del commercio mondiale.