Banca Intesa: firmato accordo per acquisizione Upi Banka

Inviato da Redazione il Lun, 26/09/2005 - 09:55
Banca Intesa e gli azionisti di controllo di Upi Banca hanno firmato il contratto di compravendita per l'acquisto della maggioranza del capitale di Upi Banca, la quinta banca della Bosnia-Erzegovina per totale attivo. Il perfezionamento dell'operazione è previsto all'inizio del primo trimestre del 2006, dopo le relative autorizzazioni in Bosnia-Erzegovina e in Italia e il lancio dell'offerta di acquisto da parte di Banca Intesa. Banca Intesa pagherà un prezzo fissato a 202 euro per azione, che comporterà un esborso massimo per il 100% del capitale di circa 46,2 milioni di euro - pari a 2,7 volte il patrimonio netto di Upi
Banka al 31 dicembre 2004. Banca Intesa acquisterà
inizialmente il 35,03% delle azioni. La Banca Europea di Ricostruzione e Sviluppo ("BERS"),
attuale azionista con il 19,98% del capitale, manterrà la sua quota. Banca Intesa, come richiesto
dalle normative locali, successivamente lancerà un'offerta pubblica di acquisto amichevole sul
100% del capitale. Qualora, al termine dell'offerta, Banca Intesa ancora non detenesse il 50%
più un'azione di Upi, la BERS si è impegnata a vendere quella parte di azioni necessaria a
Banca Intesa per raggiungere la maggioranza del capitale.
Con riferimento all'Opa lanciata su un'altra banca della Bosnia-Erzegovina, Abs Banca, Banca Intesa informa che,
decorsi i termini del periodo di offerta, non si sono verificate le condizioni per il
perfezionamento della stessa in quanto le azioni conferite sono risultate inferiori alla soglia del
50% più un'azione del capitale sociale né Banca Intesa ha deciso di accettare una percentuale
inferiore. Banca Intesa precisa altresì che non intende rilanciare l'offerta.
COMMENTA LA NOTIZIA