1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Banca IMI chiude il 2016 con utile netto di 742 mln (+39%)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Banca IMI, la banca d’investimento del Gruppo Intesa Sanpaolo, ha chiuso l’esercizio 2016 con un utile netto consolidato di 742 milioni di euro, in aumento del 39% rispetto ai 534 milioni del 31 dicembre 2015. Il margine di intermediazione sale a 1.684 milioni di euro, in aumento del 16,7%, trainato dalla progressione nelle commissioni nette (+26%). I requisiti patrimoniali registrano un Total Capital Ratio al 12,9%, in aumento rispetto al 10,7% di fine dicembre 2015.
“I risultati dell’esercizio 2016 devono renderci particolarmente orgogliosi – ha commentato Mauro Micillo, Amministratore Delegato di Banca IMI e Responsabile Divisione Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo – . L’utile netto è il migliore da quando esiste Banca IMI, tutti gli indicatori chiave hanno registrato aumenti a doppia cifra. Banca IMI si conferma così una realtà in costante crescita e dalla solida patrimonializzazione”. “Tutto questo – prosegue Micillo – lo dobbiamo all’elevata professionalità delle nostre persone e alla capacità di cogliere le molte opportunità che si presentano grazie all’appartenenza e all’integrazione all’interno del Gruppo Intesa Sanpaolo. Siamo consapevoli di poter offrire alle nostre imprese clienti, in tutto il mondo, prodotti e servizi di assoluta eccellenza: le importanti operazioni che ci hanno visto protagonisti nel corso del 2016 ci posizionano come player di riferimento sia in Italia, sia all’estero”.