Banca Fideuram, profitti record nel corso del 2013 per la rete di private banker

Inviato da Massimiliano Volpe il Gio, 20/03/2014 - 09:03
Il consiglio di amministrazione di Banca Fideuram ha approvato il bilancio 2013 che si è chiuso con un utile netto consolidato pari a 313,1 milioni di euro, in crescita del 52,5% rispetto al 2012 attestandosi sui massimi storici.

I risultati reddituali. A questo risultato ha contribuito l'andamento dell'attività commerciale ha registrato una raccolta netta di 2,5 miliardi di euro, in aumento di 149 milioni rispetto al 2012 (+6,4%). L'ottima performance conseguita nella raccolta di risparmio gestito (5,5 miliardi di euro), in aumento di 2,8 miliardi di euro rispetto al 2012, deriva da una forte crescita in tutti i comparti. Le commissioni nette sono risultate pari a 676,4 milioni di euro, in aumento (+15,9%) rispetto al saldo di 583,5 milioni di euro dello scorso anno. Le commissioni nette ricorrenti, componente principale del margine commissionale, sono risultate pari a 719,2 milioni di euro, in aumento (+14,3%) rispetto al dato dello scorso esercizio grazie alla forte crescita delle masse medie di risparmio gestito e alla maggiore incidenza delle masse collegate al servizio di consulenza a pagamento Sei.

Le masse amministrate. Al 31 dicembre 2013 le masse amministrate dal gruppo Banca Fideuram erano pari a 83,7 miliardi di euro, in aumento di 4,4 miliardi di euro (+ 5,5%) rispetto al 31 dicembre 2012. Tale risultato è riconducibile all'andamento positivo della raccolta netta (€ 2,5 miliardi) e alla buona performance di mercato dei patrimoni (+1,9 miliardi). Si evidenziano gli ottimi risultati della componente di risparmio gestito, pari a 66,1 miliardi (79% delle masse totali), che è aumentata di 6,9 miliardi (+11,7%) rispetto al saldo di fine 2012, soprattutto per effetto del buon andamento delle assicurazioni vita (+4,1 miliardi) e dei fondi comuni (+2 miliardi). A fine 2013 le masse amministrate in regime di consulenza a pagamento Sei ammontavano a circa 21,7 miliardi di euro, pari al 26% del totale delle masse amministrate, in aumento di 5,6 miliardi di euro (+34,9%) rispetto al 2012.

La rete sul territorio. Al 31 dicembre 2013 il numero complessivo dei private banker delle reti Banca Fideuram e Sanpaolo Invest risultava pari a 5.104 unità, in crescita rispetto ai 5.082 professionisti al 31 dicembre 2012.



COMMENTA LA NOTIZIA