1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Banca Fideuram, nei primi tre mesi del 2014 l’utile cresce del 22% a 91 milioni di euo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’attività ordinaria. I primi tre mesi del 20014 si chiudono per Banca Fideuram con un utile netto consolidato, pari a 90,7 milioni di euro, in crescita del 22% rispetto al dato del primo trimestre 2013. Nel primo trimestre l’attività commerciale ha registrato una raccolta netta di 741 milioni di euro, di cui 306 milioni di risparmio gestito, in aumento di 96 milioni rispetto ai primi tre mesi dello scorso esercizio (+14,9%).

Le masse in gestione. Al 31 marzo 2014 le masse amministrate dal gruppo Banca Fideuram erano pari a 85,7 miliardi di euro, in aumento di 2 miliardi (+2,4%) rispetto al 31 dicembre 2013. Tale andamento è riconducibile alla buona performance di mercato dei patrimoni (+1,3 miliardi) e alla raccolta netta positiva del periodo (+0,7 miliardi). La componente di risparmio gestito, pari a 67,2 miliardi (78,4% delle masse totali) è aumentata di 1,1 miliardi (+1,6%) rispetto al saldo di fine 2013, soprattutto per effetto della buona performance delle gestioni patrimoniali (+0,5 miliardi) e delle assicurazioni vita (+0,5 miliardi).

I servizi di consulenza. Al 31 marzo 2014 le masse amministrate in regime di consulenza a pagamento Sei ammontavano a circa 22,4 miliardi, pari al 26,1% del totale delle masse amministrate, in aumento di 706 milioni (+ 3,3%) rispetto a fine 2013.

I banker in servizio. Il numero complessivo dei private banker delle reti Banca Fideuram e Sanpaolo Invest si attesta a fine marzo a 5.060 unità (5.104 al 31 dicembre 2013 e 5.120 al 31 marzo 2013).