1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Banca di Israele taglia stime di crescita 2011 e 2012

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Taglio di stima per la Banca centrale israeliana. L’istituto ha abbassato le proprie previsioni relative al 2011 attendendosi un aumento del PIL pari al 4,8%, mentre nel 2012 ci si attende un incremento meno marcato e pari al +3,9%. L’istituto prevede inoltre un tasso di inflazione in discesa al 3,9% nel terzo trimestre 2012, mentre i tassi di interesse dovrebbero mantenersi nel range 3,75-4% fino alla fine del secondo trimestre 2012. Solo 2 mesi fa la Banca centrale di Israele aveva alzato le proprie previsioni di crescita.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Stati Uniti: tonfo per l’indice Richmond Fed a maggio

L’indice Richmond Fed, che misura l’attività manifatturiera del distretto di Richmond, nel mese di maggio si è attestato a 1 punto, contro i 20 del mese precedente. Gli analisti avevano stimato 15 punti.

MACRO

Stati Uniti: vendite case nuove sotto le stime ad aprile

Ad aprile l’indice statunitense che misura le vendite di case nuove è passato da 642 a 569 mila unità. Il dato a marzo aveva fatto segnare il livello maggiore degli ultimi 10 anni. Gli analisti avevano stimato 611 mila.

MACRO

Stati Uniti: PMI servizi sopra le stime a maggio

Meglio del previsto l’indicatore statunitense che misura il sentiment dei direttori degli acquisti (PMI) del comparto servizi, salito a maggio, in versione preliminare, da 53,1 a 54 punti. Gli analisti avevano stimato 53,3 punti.