Banca d'Italia vale poco, un salasso per le banche

Inviato da Redazione il Gio, 15/09/2005 - 08:33
Quanto vale la Banca d'Italia? Con molti distinguo sembra che la prima stima sia pari ad un miliardo di euro. Se questo valore verrà confermato, non poche banche italiane dovranno leccarsi le ferite: quasi sempre, infatti, le loro valutazioni sono molto più alte. In alcuni casi clamorosamente: la Bpi ha scritto in bilancio che la sua quota vale 58,7 milioni di euro, che corrisponde a 4,7 miliardi per l'intera Bankitalia. Se davvero potrà vendere sulla base di un valore complessivo di un miliardo, avrà una perdita di oltre 46 milioni di euro. Una novantina ce ne metterà invece Bnl, che aveva valutato il 100% di Via Nazionale a 4,2 miliardo: aveva iscritto nel bilancio 117 milioni per la sua quota, che invece potrebbe esserle pagata circa 28. Un centinaio di milioni di perdita ce li avrebbe anche Capitalia, che ha in carico la azioni Bankitalia ad un prezzo che equivale ad una stima complessiva di due miliardi di euro; solo marginalmente di euro; solo marginalmente di più di quanto valuti Via Nazionale Banca Intesa: 1,9 miliardi per il 100%, quindi 433 milioni la sua quota e di conseguenza una perdita potenziale di circa 200 milioni.
COMMENTA LA NOTIZIA