1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Banca d’Italia: quadro ancora fragile per il Belpaese nonostante qualche segnale favorevole

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“In Italia stenta a riavviarsi la crescita” secondo il bollettino trimestrale della Banca d’Italia. “L’attività economica del Belpaese nei mesi invernali ha risentito del calo della produzione di energia e della persistente debolezza nell’edilizia. In maggio la produzione industriale ha subito una flessione inattesa”. Tra i fattori di sostegno alla crescita “la domanda estera netta si è confermata la principale fonte” mentre la spesa per investimenti si è contratta, nel primo trimestre, dell’1,1%. In un quadro che rimane difficile alcuni segnali incoraggianti sono arrivati dagli investimenti in macchinari e attrezzature (+0,5%) e dai consumi delle famiglie che “hanno ripreso a crescere pur in misura assai modesta (+0,1%) per la prima volta da inizio 2011”. Con riferimento al secondo trimestre “sulla base delle informazioni finora disponibili il Pil sarebbe rimasto all’incirca stazionario e la domanda estera sarebbe nuovamente aumentata” a fronte di una confermata debolezza di quella domestica.