Banca d'Italia festeggia il primo anno di Draghi al comando

Inviato da Redazione il Mer, 27/12/2006 - 11:54
Il prossimo 29 dicembre segnerà un anno esatto dell'operato di Mario Draghi da Governatore della Banca d'Italia. Dodici mesi intensi, spesi su vari fronti, che hanno avuto come obiettivo la modernizzazione di quella che tra le istituzioni bancarie in Italia è la "vecchia signora", seguendo la rotta dell'Europa. Non un compito facile il suo
in questo primo anno se si pensa a come la Banca d'Italia uscì dallo scandalo Fazio, "pur salva nell'integrità, ma pur sempre ferita", come ha sottolineato lo stesso Draghi. Le innovazioni apportate da Draghi riguarderanno anche le stesse operazioni bancarie, annunciando la "caduta dell'obbligo dell'informativa preventiva alla Banca d'Italia in caso di Opa". La revoca dell'obbligo di comunicazione preventiva a via Nazionale sarà ufficiale dal prossimo agosto, ma è già stat utilizzata nell'ambito dell'operazione dell'anno, quella tra San Paolo Imi e
Banca Intesa. Inoltre Draghi ha ben chiaro che i vantaggi apportati al mercato bancario italiano in termini di modernità e maggior concorrenza della proprietà si debbano tradurre in vantaggi anche per coloro che depositano, non perdendo occasione di rimarcare questi principi, come alla Giornata del risparmio, in cui sollecitò "l'azzeramento
dei costi di chiusura dei conti correnti e la loro piena
portabilità".
COMMENTA LA NOTIZIA