Banca d'Italia, dopo la bufera arriva il toto-Fazio

Inviato da Redazione il Gio, 04/08/2005 - 16:24
Cartellino rosso per Antonio Fazio? Impossibile non chiederselo sotto l'ombrellone o nei corridoi di Piazza Affari. Con tiggì e prime pagine dei quotidiani nazionali dedicate al fumetto della stagione: lo scandalo che si consuma sul filo della cornetta. Protagonisti: l'inquilino di Via Nazionale, Antonio Fazio, noto ormai come il Tonino nazional-popolare e il suo Ginfio, lo pseudonimo con cui vezzosamente si firmava Giampiero Fiorani quando collaborava sul Cittadino. Così nell'attesa che i magistrati trovino il filo di Arianna, impazza il toto-Fazio. Ed ecco spuntare una lunga lista di papabili alla poltrona di Banca d'Italia. Si spazia dall'attuale ministro dell'Economia, Domenico Siniscalco a Mario Draghi, ex-direttore generale del Tesoro che a Londra è vicepresidente di Goldman Sachs, passando per Tommaso Padoa Schioppa, Mario Monti e ancora Giuliano Amato. Tutti nomi eccellenti. Uno solo sarà il prescelto e dovrà garantire una soluzione bipartisan.
COMMENTA LA NOTIZIA