Banca d'Italia: affondo di Siniscalco contro Fazio

Inviato da Redazione il Gio, 15/09/2005 - 08:49
The game is over. Non c'è più tempo da perdere sul caso Banca d'Italia. Non usa giri di parole Domenico Siniscalco, ministro dell'Economia, per fare il punto sull'ingombrante inquilino di Via Nazionale, Antonio Fazio. "Speravamo in un'autoriforma della Banca d'Italia, che però non c'è stata". Ha ammesso Siniscalco ieri, intervenendo in aula a proposito del ddl risparmio. Il ministro ha ricordato la prima fase dell'iter parlamentare del provvedimento alla Camera, quando la scelta del governo fu di disinnescare i punti più controversi per consentire al ddl una strada più spedita. "Il governo auspicava che i correttivi necessari, come il mandato a termine del governatore, avvenissero per autoriforma. Abbiamo atteso 9 mesi, ma dell'autoriforma non si è avuta traccia". Cita anche la data, 25 novembre. Da allora le cose sono precipitate tanto che "la Commissione europea, la comunità finanziaria internazionale e in ultimo la Banca centrale europea hanno mosso appunti e critiche e avanzato il sospetto che ci sia stato un intento più o meno esplicito di difendere l'italianità delle banche".
COMMENTA LA NOTIZIA