Balzo Zew non scalda l'euro, aussie si conferma debole

Inviato da Titta Ferraro il Mar, 17/12/2013 - 11:40
Reazione blanda dell'euro al balzo ai massimi dal 2006 dell'indice Zew tedesco. Il cross euro/dollaro si mantiene in area 1,376, stessi livelli a cui viaggiava prima della diffusione dello Zew. L'indice Zew sulle aspettative economiche si è attestato a dicembre a 62 punti, livello più alto dall'aprile 2006, rispetto ai 54,6 punti rilevati nel mese precedente. Il dato è migliore delle attese degli analisti ferme a 55 punti. "Le aspettative sono abbastanza positive - commenta Clemens Fuest, presidente dell'istituto Zew - con gli investitori che vedono un ulteriore rafforzamento economico per Germania ed Eurozona nel corso del 2014.

Tra le altre valute spicca ancora la debolezza del dollaro australiano che viaggia in area 0,89, poco sopra i minimi a 3 anni contro il dollaro Usa toccati ad agosto a 0,8848. Il cosiddetto aussie quest'anno ha ceduto circa il 14%. Cresce l'attesa per la testimonianza del governatore della Reserve Bank of Australia (Rba) Glenn Stevens, davanti al Parlamento australiano. Lo stesso Stevens settimana scorsa ha favorito un nuovo scrollone ribassista dell'aussie rimarcando che lo stato di salute dell'economia australiana sarebbe migliore con un indebolimento della valuta locale segnalando quota 0,85 dollari statunitensi come livello desiderabile.
COMMENTA LA NOTIZIA