1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

“Babbo Mario” spinge i listini europei, FTSE100 in controtendenza

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Borse europee che iniziano la settimana con il segno più in attesa del meeting della Bce. Gli analisti stimano che l’istituto guidato da quello che è già stato ribattezzato “Babbo Mario” giovedì prossimo potrebbe annunciare un irrobustimento del piano di acquisto asset e/o un ulteriore taglio del tasso sui depositi. A Parigi il Cac40 ha terminato in rialzo dello 0,56% a 4.957,6 punti, l’Ibex è salito dello 0,74% a 10.386,9 e il Dax grazie a un +0,78% si è spinto a 11.382,23 punti. Per ovvie ragioni Londra non ha partecipato alla festa chiudendo in rosso dello 0,3% a 6.356,09 punti.

Con la Bce pronta ad aumentare la potenza di fuoco degli stimoli, “bad news is good news” e quindi aggiornamenti macroeconomici negativi si sono trasformati in buone notizie per le piazze finanziarie. Poco prima dell’avvio degli scambi l’istituto di statistica tedesco Destatis ha annunciato che ad ottobre le vendite al dettaglio della prima economia europea sono scese dello 0,4% mensile mentre l’inflazione italiana a novembre ha registrato un -0,4% m/m.

Negativi anche gli aggiornamenti arrivati da Oltreoceano. A novembre il Pmi Chicago, quello che misura il sentiment dei direttori degli acquisti, è sceso da 56,2 a 48,7 punti (quota 50 punti agisce da spartiacque tra espansione e recessione dell’attività economica) mentre nel mese di ottobre l’indice che misura le vendite di case in corso (pending home sales) ha registrato un incremento dello 0,2% mensile (consenso +1,6% m/m).