Azimut Holding: parte domani il piano di buyback sul 13% del capitale della società

QUOTAZIONI Azimut
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Azimut Holding ha comunicato l’avvio del programma di acquisto di azioni proprie deliberato dall’Assemblea degli azionisti del 28 aprile 2016 e valido per 18 mesi, ossia fino al 28 ottobre 2017.

Il programma di buyback promosso da Azimut è volto all’acquisto di azioni ordinarie della società al fine di realizzare operazioni di successiva rivendita sul mercato o di disporre di azioni proprie da utilizzare a fronte di operazioni di acquisizione o permuta di partecipazioni societarie.

Le azioni acquistate sul mercato permetteranno inoltre ad Azimut di costituire la provvista necessaria a dare esecuzione ad eventuali piani di azionariato o al servizio di strumenti finanziari convertibili in azioni della società.

Il quantitativo massimo di azioni Azimut acquistabili in esecuzione del programma è pari a 18.263.710 azioni, ossia circa il 13% del capitale della società. Ad oggi, Azimut detiene 10.387.189 azioni proprie in portafoglio, circa il 7% del capitale sociale.

L’acquisto delle azioni partirà domani 8 febbraio verrà realizzato in più tranche, di cui la prima per un controvalore indicativo di 25.000.000.

Ai valori di Borsa odierni, con Azimut che a Piazza Affari ha archiviato la seduta a 16,90 euro, il controvalore della prima tranche corrisponde a circa 1,48 milioni di azioni.

Il programma di acquisto di azioni potrà essere eseguito anche solo parzialmente, con un prezzo di acquisto massimo fissato a 50 euro per azione.

Solo per quanto riguarda la prima tranche di acquisto, quella che inizia domani, il prezzo massimo di acquisto è stato posto a 30 euro per azione. Il prezzo minimo sarà invece pari al valore contabile implicito dell’azione della società.