Aziende: sondaggio Ups, prospettive 2007 positive per il 55% dei manager

Inviato da Daniela La Cava il Mar, 12/12/2006 - 11:02
Il 2006 è stato incoronato come l'anno della ripresa economica, ma i manager italiani rimangono cauti sulle prospettive della propria azienda. E' quanto emerge dalla XVI edizione dell'Ups Europe Business Monitor, in cui 1.450 top manager di sette Paesi del Vecchio continente hanno detto la loro su diversi temi che influenzano il business in Europa. I risultati delle principali imprese italiane hanno confermato le prospettive positive di un anno fa, quando il 54% dei manager si diceva fiducioso in un miglioramento. E anche quest'anno il numero di manager che ha riscontrato progresso effettivo nella posizione economica della propria azienda nel corso dell'anno è molto simile (+55%). Dati europei e italiani sono sulla stessa lunghezza d'onda. Stando alla ricerca commissionata da Ups, il 2006 sembra essere, infatti, un anno di ripresa per la maggior parte delle aziende in Europa: il 53% dei manager riporta una performance in crescita, contro il 42% del 2005. In calo anche il numero di manager che dichiara performance negative (dal 20% al 13%). Le aziende che godono di buona salute sono soprattutto situate in Spagna, ma arrivano segnali di una chiara ripresa anche dalle aziende belga (dove il 23% dei manager in più rispetto all'anno scorso sostiene che la posizione della loro azienda sia migliorata) così come quelle tedesche (+16%). Anche se l'ottimismo sull'andamento del business nel 2006 è diffuso, i manager nostrani rimangono cauti sul futuro e l'aspettativa che la situazione economica delle aziende continui a migliorare è cresciuta in maniera modesta, dal 54% del 2005 al 57% di quest'anno.
COMMENTA LA NOTIZIA