Avvio in ribasso per la Borsa di Milano, Ftse Mib cede l'1% in area 15.500 punti

Inviato da Alberto Bolis il Lun, 04/03/2013 - 09:13
Partenza in ribasso per la Borsa di Milano in scia alle forti vendite che hanno caratterizzato i listini cinesi nella prima seduta settimanale. Il governo di Pechino, preoccupato dallo scoppio di una bolla immobiliare, ha deciso di innalzare i requisiti per poter accedere al mercato delle case. A Milano il nervosismo è dovuto anche all'incertezza politica dopo che Fitch ha fatto sapere che la prospettiva di un lungo periodo di instabilità post voto incrementa la pressione sul rating italiano. L'impatto si nota anche sul secondario dove lo spread si attesta nei primi scambi in area 350 punti base. Negli Stati Uniti sono invece scattati i tagli alla spesa pubblica che, a detta del Fmi, dovrebbero avere un impatto dello 0,6% sul Pil Usa. E così a Piazza Affari l'indice Ftse Mib cede in avvio circa l'1% in area 15.500 punti.
COMMENTA LA NOTIZIA