1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Avvio debole per la Borsa di Milano

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Partenza debole per la Borsa di Milano nonostante alcuni spunti che certificano la ripresa dell’Eurozona. Nel secondo trimestre il Pil tedesco è cresciuto dello 0,7%, oltre le attese degli analisti che erano ferme a +0,6% e superiore al +0,1% registrato nei primi tre mesi del 2013. L’incremento del Pil deriva soprattutto dall’aumento dei consumi privati domestici e dalla spesa pubblica. Un dato che segue il progresso dell’indice Zew, che ad agosto è salito a 42 punti toccando i massimi dallo scorso marzo. Sul secondario lo spread Btp-Bund si mantiene sotto la soglia dei 240 punti base, ai minimi degli ultimi due anni, in scia all’aumento del rendimento del Bund. Il bond tedesco è salito questa mattina fino all’1,83%, il livello più alto dal marzo 2012. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib cede lo 0,30% a 17.320 punti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
LISTINI EUROPEI MISTI

Borse europee contrastate in apertura

Borse europee miste in avvio di contratatzioni. A Francoforte il Dax sale dello 0,04%, il listino francese Cac40 cede lo 0,22% e il Ftse 100 di Londra segna un +0,13 …

MERCATI

Borse europee deboli, UBS penalizzata dalla trimestrale

Le tensioni sul mercato dei bond e le indicazioni negative in arrivo dalle trimestrali penalizzano l’avvio di ottava dei listini europei. Peggio del previsto anche l’indice PMI manifatturiero di Eurolandia, …

SEGNO MENO PER I LISTINI

Borse europee deboli in avvio

La settimana comincia in leggero calo per le principali Borse europee, dopo la debole chiusura di Wall Street e della Borsa di Tokyo (indice Nikkei a -0,33%). I primi minuti …