Avvio d'ottava in calo per Fiat, le immatricolazioni positive a ottobre non bastano

Inviato da Daniela La Cava il Lun, 05/11/2007 - 10:23
Quotazione: FCA CHRYSLER

Nonostante il clima di rinnovata fiducia che si respira nel mercato dell'auto italiana in ottobre, per Fiat l'ottava a Piazza Affari non è cominciata nel migliore dei modi. Dopo avere archiviato la settimana in rialzo di quasi un punto percentuale (+0,95% a 22,40 euro per azione) in attesa dei dati sulle immatricolazioni, oggi il titolo del Lingotto è partito con la retromarcia inserita (-1,52% a 22,06% apertura) e in questo momento continua a viaggiare in territorio negativo a -1,38%, anche se sta recuperando le perdite della partenza.

I numeri della casa automobilistica torinese, che ha chiuso il mese con una quota di mercato scesa dal precedente 31,1% di ottobre 2006 all'attuale 30,7%, non sembrano avere convinto pienamente il mercato, che si attendeva delle perfomance migliori. "Pur essendo un buon dato, con il lancio della 500 ci saremmo aspettati un ulteriore recupero di quota di mercato", commentano gli analisti di Euromobiliare in una nota diffusa e raccolta da Finanza.com.

Almeno per il momento, a poco sembrano essere, dunque, servite le buone nuove arrivate venerdì 2 novembre, dopo le 18, dai dati sulle immatricolazioni del mese scorso. In dettaglio, sono state registrate oltre 205 mila nuove immatricolazioni, con una crescita pari all' 8,5% e oltre 16 mila vetture in più rispetto allo stesso periodo del 2006. Anche in questo mese sono stati gli incentivi statali, associati alle numerose azioni commerciali delle Case automobilistiche, ad avere messo le ali alla domanda di vetture nel Belpaese. Tuttavia, per ora la domanda non pare risentire né del forte aumento del prezzo del petrolio, prossimo a "quota 100" dollari al barile, né quello del prezzo alla pompa del gasolio (+1,4% nel corso dell'ultimo mese).
In questo quadro di ripresa, rimangono positive le previsioni dell'Anfia per la fine del 2007. Quello che si prospetta per la fine dell'anno è un nuovo record per l'auto italiana con 2.480.000 immatricolazioni, in progresso del 6,6% rispetto al 2006.

Dati che hanno però messo anche in luce la posizione "dominante" conquistata da Fiat nel mercato delle quattro ruote nostrano. Nella classifica delle dieci auto più vendute nel mese, le prime tre posizioni vanno al gruppo guidato da Sergio Marchionne. Prima posizione per Fiat Punto con 18.186 unità, secondo posto per Fiat Panda (11.386) e terzo posto conquistato dalla Fiat 500 (8.648). Quest'ultima ha sfiorato i 100 mila ordini in meno di quattro mesi dal suo lancio ufficiale, le scorso 4 luglio a Torino.

COMMENTA LA NOTIZIA